L’importanza della manutenzione della serranda basculante del garage

Manutenzione e riparazione basculante garage quando si effettua

Ormai sempre più garage vengono dotati di serrande basculanti, ovvero di porte di grandi dimensioni che, tramite un semplice meccanismo (che può essere di tipo manuale, oppure automatizzato), si aprono verso l’interno del box stesso, slittando lungo il suo soffitto e senza ingombrare troppo spazio.

Quanto costa cambiare la serratura di una serranda?

riparazioni porte basculanti torino

riparazioni porte basculanti torino

Comprendendo ingranaggi che vengono sollecitati quotidianamente, anche più volte nella stessa giornata, le serrande basculanti sono soggette ad un’usura importante; per questo motivo, una loro corretta e sistematica manutenzione non solo eviterà l’insorgenza di problemi meccanici, ma garantirà una vita più lunga all’intero impianto di chiusura.

Serrande basculanti, come sono fatte e come funzionano

Le porte basculanti per garage possono essere realizzate con materiali diversi che vanno scelti a seconda delle caratteristiche dell’abitazione di cui il box e di pertinenza, in base a specifiche esigenze e al budget economico a disposizione.

In ogni caso, ecco le varie tipologie di materiali possibili per la loro costruzione:

acciaio: rappresenta il materiale maggiormente utilizzato perché considerato il migliore per molti aspetti; è robusto, relativamente economico e facile da manutenzionare. Presenta, però, la fastidiosa tendenza ad arrugginirsi in tempi piuttosto brevi;

alluminio: è decisamente più leggero dell’acciaio (e questa è una buona cosa nel caso il suo fosse un meccanismo a funzione manuale, e non elettrica), ma, allo stesso tempo più facile da danneggiare e più soggetto a flessioni e/o ammaccature;

legno: materiale esteticamente più valido, ma più delicato e bisognoso di cure e di attenzioni costanti; cosa che lo rende economicamente un po’ meno vantaggioso;

vinile e fibra di vetro: si tratta di materiali resistenti e piuttosto convenienti dal punto di vista economico. Essendo di tipo plastico, sono facili da pulire, ma subiscono troppo i raggi solari che provocano il loro ingiallimento e il loro decadimento progressivo.

Le serrande basculanti sono composte da un unico pezzo che, opportunamente manovrato, girando intorno a un perno, ruota su se stesso e si apre, scorrendo verso l’alto. L’azione di apertura avviene piuttosto facilmente, e con scorrevolezza, grazie ad un elemento chiamato paracadute di sicurezza.

La manutenzione delle serrande basculanti

Per fare in modo che la “vita” delle serrande basculanti del garage duri più a lungo possibile è assolutamente indispensabile che su di esse venga operata una manutenzione periodica di tipo conservativo. Solo in questo modo verrà salvaguardata la loro piena efficienza, sia dal punto di vista funzionale, sia da quello del grado di protezione garantito.

Prima di effettuare le operazioni manutentive di base, occorre munirsi di una scala, guanti specifici, occhiali protettivi e grasso per ingranaggi. Iniziare, quindi, con l’effettuare una semplice pulizia delle parti esterne; in vaso fossero presenti zone arrugginite, intervenire rimuovendo la ruggine con della carta vetrata.

Una volta rimosso lo sporco, è il momento di utilizzare lubrificanti specifici in grado di rendere scorrevoli le parti meccaniche, ma che siano anche resistenti all’umidità e capaci di prevenire la formazione della ruggine.

Il lubrificante deve essere applicato con estrema attenzione sia sulle molle del meccanismo, che sulle guide di scorrimento della porta. Accertarsi che l’apriporta elettrico sia scollegato, in modo che non possano verificarsi pericolosissime accensioni fortuite, durante l’intervento manutentivo.

Quindi, procedere controllando con cura che i rulli siano opportunamente avvitati e che le funi si trovino in sede in modo corretto.
Effettuare una serie ripetuta di apertura e chiusura della serranda appena trattata, in modo che il lubrificante si possa spargere uniformemente su ogni parte dell’ingranaggio.
Ricordarsi che le serrande realizzate in legno devono essere trattate con elementi adatti a questo materiale.

Effettuando le operazioni di pulizia e manutenzione appena descritte almeno due volte l’anno (meglio se in primavera e in autunno) si ottiene un duplice risultato; si ottimizza il funzionamento meccanico e si può verificare in tempo se qualche pezzo sta per cedere, o se la ruggine sta aggredendo la serranda in qualche sua parte.
Un intervento tempestivo impedirà sicuramente danni più seri (tipo il blocco improvviso della serranda), che porterebbero a un’inevitabile soluzione: quella di rivolgersi a qualche professionista del settore, con conseguenze economiche sicuramente consistenti.